Corso Reiki Usui Secondo Livello

Il corso può svolgersi durante il fine settimana (2 giorni) o in una giornata, a seconda del numero dei partecipanti. Secondo le esigenze dei partecipanti si possono organizzare anche in giorni feriali, in 3 mattinate (tendenzialmente  dalle 9.00 alle 13.00) o di sera ( tendenzialmente dalle 19.00 alle 23.00) . Altri orari sono da concordare con l’ Operatore Olistico.

Schema del corso secondo il metodo originale del Dott. Usui

  • Simboli e archetipi
  • La storia dei simboli di Reiki Usui
  • Presentazione dei simboli e loro mantra
  • A cosa serve ogni simbolo e come utilizzarli
  • Utilizzo del Reiki di 2° livello nella quotidianità
  • Centrature
  • Il trattamento mentale
  • Il trattamento a distanza
  • Trattare le situazioni
  • Purificazione di ambienti e oggetti
  • Insegnamenti e pratica di diverse tecniche di invio di Reiki a distanza
  •  Meditazioni
  • Insegnamenti e pratica di nuove conoscenze e tecniche del reiki

 

Nel Corso di Secondo Livello Reiki Usui affrontiamo  il piano mentale ed emozionale, vitale; meno strutturato di quello fisico e pertanto il corso si articola seguendo le particolarità e le esigenze dei partecipanti.

Grazie all’ utilizzo dei simboli, che sono delle chiavi per accedere a determinate energie, avremo l’opportunità di potenziare, ottimizzare e lavorare in modo molto più mirato sulle varie problematiche fisiche, emotive, mentali e spirituali. Oltre alla conoscenza grafica dei simboli (il modo di tracciarli e pronunciarne il mantra), il partecipante riceverà due ulteriori armonizzazioni, che gli permetteranno di attingere ancora più potentemente all’ infinito serbatoio dell’ Energia Vitale Universale.

I simboli sono l’essenza e la formula del Reiki, le chiavi per usare e tramandare quest’arte olistica. Tre di essi vengono insegnati al secondo livello. Il secondo livello di Reiki ci apre alla possibilità di lavorare in modo completamente diverso rispetto al primo. Con questo non si vuole intendere che si debbano abbandonare le modalità imparate con il primo livello, ma, semplicemente avremo a disposizione altri strumenti.

Quando si decide di approfondire l’esperienza del Reiki con il secondo livello, ci si rende conto fin dal primo momento che esso si presenta in maniera alquanto differente dal primo; inoltre, si sente un’energia diversa e amplificata e si prende consapevolezza di altri modi di rapportarsi al Reiki stesso.

Per poter partecipare a un seminario di secondo livello è necessario essere già stati iniziati al primo (in questo o in un altro centro) . Decidere di raggiungere il secondo livello non è un obbligo (esistono moltissime persone iniziate solamente al primo), ma spesso dopo aver praticato Reiki per un certo periodo, con costanza e coinvolgimento, si avverte di essere pronti per “qualcosa in più″, un altro gradino sulla scala della nostra crescita personale. E’ importante sottolineare che non esiste Reiki di serie A o B. Esiste Reiki. Essere iniziati al secondo livello non ci rende più bravi di chi ha solo il primo.

La stessa struttura del seminario è diversa, inizialmente è dedicato alla teoria, alla presa di contatto con i simboli e con le infinite applicazioni che essi consentono. Si impara a disegnarli, ed a pronunciare correttamente i mantra. L’attivazione o armonizzazione, nel corso della quale i simboli vengono risvegliati in ognuno, in un’esperienza che a livello energetico corrisponde a quella vissuta da Usui sulla montagna sacra, dopo di ché vengono insegnati i vari metodi di trattamento del reiki tradizionale : mentale, a contatto e a distanza e successivamente si passa all’ insegnamento e alla pratica di altri metodologie energetiche- olistiche secondo il Reiki di tradizione giapponese.
Oltre a potenziare la nostra emissione energetica in termini di  percezione e di elevazione vibrazionale, possiamo infatti trattare settori della nostra vita attuali o del passato, parti della nostra personalità, problemi quotidiani e squilibri emotivi. Si può agire su situazioni e/o problemi psico-fisico emozionali sia a contatto sia a distanza per noi stessi e/o per i nostri cari  e si può utilizzare il Reiki  per purificare gli ambienti a livello energetico .

Ciò che è importante ribadire è che il Reki non deve essere inteso come un atto medico dal sicuro effetto, ma deve essere vissuto come uno strumento che ci permette di affrontare ciò che ci accade con delle armi  in più.

E’ ormai risaputo che se stiamo meglio a livello emozionale, se ci sentiamo carichi di energia e amore, se si acquista un senso di sana serenità e fiducia in noi stessi e sulla possibilità di potercela fare le difficoltà smettono di essere degli ostacoli insormontabili per diventare delle meravigliose anche se a volte dolorose occasioni di crescita.

A seconda dello svolgimento del corso si lavora, secondo le esigenze dei partecipanti, su determinate situazioni con le diverse modalità di utilizzo del Reiki.

Il materiale cartaceo verrà distribuito durante il corso.