EFT – Trattamenti via skype o telefono

Per comprendere meglio l’EFT vi consiglio di vedere la conferenza caricata sul mio sito.

EFT è una delle poche tecniche i cui trattamenti possano essere svolti, con ottimi risultati, anche con Skype e/o al telefono.

La possibilità di lavorare al telefono o su Skype  permette anche a chi non può venire da noi, per motivi di lavoro, fisici o di lontanza, di conoscere, provare ad affontare  le proprie problematicità psico fisico emozionali e le diverse situazioni fonte di stress con una operatrice EFT esperta .

EFT è stata ideata nel 1995 da un Ingegnere della Stanford University (California, U.S.A.), Gary Craig. Da allora le sue tecniche naturali si sono diffuse in tutto il mondo e vengono applicate con molto successo aiutando migliaia di persone.

Moltissimi siti   propongono le tecniche EFT ;se molti di essi sono validi e descrivono l’autentico EFT, quello ideato da G. C. altrettanto molti sono creazioni, più o meno valide, ma che non sono riconosciuti da G. C. e di conseguenza non possono essere riconducibili all’EFT. Non vuole essere una posizione intransigente, ma ci sembra giusto dare il giusto valore a chi ha seguito il percorso dettato dall’ ideatore della tecnica.….

Per una sessione di EFT al telefono o su  Skype è necessario conoscere i punti giusti da picchiettare, potete richiedere la mappa dei punti e il manuale di Eft gratuitamente inviando una email all’indirizza: info@studio-operatoreolistico.it con oggetto “Richiesta manuale EFT”.

Si consiglia un’ambiente confortevole e si raccomanda di far in modo  di non essere disturbati per tutta la durata della sessione che può durare anche più di un’ora. Tenete a portata di mano una penna e dei fogli .

Prima di iniziare un trattamento:

  • Bere un bicchiere pieno d’acqua prima per stimolare e preparare il  sistema elettrico del vostro corpo
  • È possibile toccare entrambi i lati con le prime due dita delle vostre mani o solo da una parte.
  • Non premete troppo forte. Usate  la stessa quantità di pressione che usereste nel tamburellare le dita sul tavolo.

Ora siete pronti a lavorare con l’EFT.

Preparazione

Il set-up frase inizia sempre con le parole: “Anche se …” e poi lo stato della questione. Proseguire con l’affermazione …  “Mi accetto totalmente e  completamente“.  (quest’ ultima può variare con la guida di un operatore eft).

La chiave per l’intuizione giusta  della frase da pronunciare è quello di “sintonizzarsi” sul problema psico-fisico-emozionale.

E’ basilare parlare con il proprio linguaggio. Lo stesso oggetto o situazione può essere definito con parole diverse a seconda della proprietà di linguaggio, in base alla propria cultura, se si utilizza  la lingua italiana o il dialetto. Chiedetevi sempre “Come si dice ‘questo’ per  me?” Fermatevi a “sentire” che sensazioni vi  procurano queste parole.

Giudicate  “l’unità di disagio soggettivo”.  Decidete  quanto vi dà fastidio su una scala da 0 – 10, dove 0 = nessun dolore e 10 = massimo livello di disagio. Fate attenzione a come vi sentite prima di toccare in modo che si può avere una scala per misurare i risultati .

Sequenza

Percorrete i punti insieme all’insegnante pronunciando la frase di richiamo e il 9 Gamut .

  • Fate un profondo respiro lento dopo aver completato un giro di intercettazioni per aiutare a smuovere l’energia attraverso il corpo.
  • Sbadigliare durante il picchiettare è un segno che  si sta liberando energia.
  • Richiedersi l’intensità di “disagio soggettivo”.  L’obiettivo è quello di sentire la vostra vibrazione corrente e quindi migliorarla fino ad arrivare a nessun disagio e/o  dolore .

Terminate il trattamento seguendo le indicazioni dell’ insegnante.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattarci.